Rivista La Difesa della Razza

La Difesa della Razza era una rivista quindicinale, pubblicata dal 5 agosto 1938 al 20 giugno 1943.
Era diretta da Telesio Interlandi, mentre Giorgio Almirante ne era segretario di redazione. Il comitato di redazione era composto di noti medici e uomini di scienza.
La rivista godette di un poderoso sostegno finanziario e politico da parte del regime fascista. La grafica accattivante e modernissima, gli articoli firmati da grandi nomi della scienza asserviti al regime, il corredo fotografico di grande interesse ne agevolarono la diffusione, favorita da una vasta campagna pubblicitaria.
La Difesa della Razza fu uno dei maggiori veicoli di diffusione capillare del razzismo. I toni violenti e l’utilizzo dei classici stereotipi, corredati dalle accuse infamanti, contribuirono a creare un clima di diffidenza nei confronti di tutti coloro che vennero definiti “inferiori” dal punto di vista razziale e biologico (ebrei, zingari, africani, malati di mente ecc.) e che, secondo il fascismo, mettevano in pericolo la purezza della razza italiana.
Dono di Denise e Simonetta Caterina Di Castro, 2005.