Scopri il nuovo Virtual Tour del Museo Ebraico di Roma.

Il Museo Ebraico di Roma è inserito nel complesso monumentale del Tempio Maggiore. Il percorso museale permette, attraverso la visita delle diverse sale, la ricostruzione della vita ebraica a Roma fin dai primi insediamenti, nel II sec. Prima dell’Era Volgare.
La Comunità Ebraica vive a Roma da 2200 anni ininterrottamente: questa caratteristica la rende tra le Comunità più antiche presenti fuori dalla Terra d’Israele. Le opere esposte nel Museo, risalgono principalmente al periodo del Ghetto (1555-1870) e provengono interamente dal palazzo delle Cinque Scole o Sinagoghe.
La ricchissima collezione comprende arredi liturgici, manoscritti, incunaboli, documenti storici, registri ed opere marmoree.
Fin dal 1960 il Museo ha esposto i suoi tesori in un’unica sala, ma lo studio e la catalogazione di tutte le opere hanno richiesto una maggiore area espositiva ed un nuovo allestimento, inaugurato nel 2005.
Il Museo copre un’area di 700 metri quadrati e si snoda in sette sale dai temi diversi. Offre la ricostruzione della vita della popolazione ebraica a Roma e ci mostra come questa sia riuscita a integrarsi nella compagine socio-economica della Città, pur mantenendo la propria identità.

Il Tempio Maggiore

Nel 1870, con la breccia di Porta Pia, l’Esercito Italiano conquista Roma e la città con tutto il suo territorio viene incorporata nel Regno d’Italia; termina il potere temporale dei papi.
Continua a leggere…

Il Tempio Spagnolo

Alla fine dell’Ottocento la Comunità Ebraica di Roma, volendo sostituire le Cinque antiche sinagoghe del ghetto (Cinque Scole) con un Tempio monumentale, intese riservare un oratorio al rito spagnolo….
Continua a leggere…

Il quartiere ebraico

Nel 1555 il Papa Paolo IV, istituisce il ghetto, scegliendo un quartiere tra i più fatiscenti e malsani della città, dove gli Ebrei sono costretti a vivere separati dal resto della popolazione…

Mostre

Shalom Moreno – Toaff 1915 – 2015

Shalom Moreno – Toaff 1915 – 2015

La Fondazione per la cultura ebraica “Elio Toaff”, in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma, presenta: Shalom Moreno! Documenti inediti e scritti privati dall’archivio di Rav Toaff z’’l (documenti e foto selezionate e commentate da Lia Toaff e Serena Di Nepi)...

leggi tutto
Auguri a Rav Toaff: omaggio a un grande ebreo italiano

Auguri a Rav Toaff: omaggio a un grande ebreo italiano

Livorno “La mia storia ha inizio a Livorno, la città dove sono nato e dove ho imparato a fare il rabbino”. Elio Toaff La comunità ebraica di Livorno, che si formò a partire dal 1593 con l’invito a popolare la città rivolto da Ferdinando I de’ Medici a “tutti i...

leggi tutto

Eventi

Piero Sadun – Ricordi

Piero Sadun – Ricordi

  Piero Sadun, pittore ebreo toscano, nasce a Siena nel 1919.Il padre Giacomo, è un rappresentante di commercio nel settore alimentare, iscritto al P.N.F a partire dal 1932, volontario nel primo conflitto mondiale, insignito della Croce al merito di guerra.A metà...

leggi tutto
MUSEI IN MUSICA 2018

MUSEI IN MUSICA 2018

Sabato 1 dicembre il Museo Ebraico aderisce a Musei in Musica con ingresso a €1,00 dalle 20.00 alle 24.00 (ultima entrata ore 23.30)e visite accompagnate alla Sinagoga ogni 30 minuti. Il nostro programma musicale con Progetto Davka di Maurizio Di Veroli: Ore...

leggi tutto

Le sale

Sala 6 – Dall’emancipazione a oggi

Sala 6 – Dall’emancipazione a oggi

Nella sala viene proposto a ciclo continuo, in italiano e in inglese, il video Una Stella sul Tevere, gli ebrei a Roma dall’Emancipazione a oggi, che ripercorre attraverso testimonianze e filmati il triste periodo della Comunità Ebraica durante il periodo delle leggi...

Sala 7 – Sala dell’ebraismo libico

Sala 7 – Sala dell’ebraismo libico

L’ 8 dicembre 2009 il museo ha inaugurato la Sala dell’ebraismo libico, dedicata all’immigrazione dei profughi ebrei trasferiti a Roma nel 1967. Sotto la tutela dell’ONU e con l’aiuto della HIAS (Hebrew Immigrant Aid Society) e dell’UCEI (Unione delle Comunità...

Prenotazioni

La prenotazione è obbligatoria per scolaresche o gruppi di persone che vogliono accedere al Museo e alle Sinagoghe attraverso un tour privato.

I singoli visitatori non sono obbligati alla prenotazione, necessaria solo se si desidera visitare il Museo e la Sinagoga con un tour privato.

Il Museo ebraico organizza due tour al giorno del Quartiere ebraico: in inglese alle 13.30 e in italiano alle 15.00 che possono essere prenotati in loco fino a 30 minuti prima presso la biglietteria del Museo.